Tnt village
tntvillage.scambioetico.org · Statuto T.N.T.      Aiuto      Cerca      Utenti      Calendario

Questo sito non utilizza cookies a scopo di tracciamento o di profilazione. L'utilizzo dei cookies ha fini strettamente tecnici.

Sostieni movimentopirati.org

 

  Rispondi a questa discussioneInizia nuova discussioneAvvia sondaggio

> George Eliot - Il mulino sulla Floss, [Pdf Txt Epub Mobi Azw3 - Ita Eng] Romanzo - Narrativa inglese dell'800
LaCariatide
  Inviato il: Apr 9 2014, 06:01 PM
Cita questo messaggio


\"1000rel\"
\"residente\"
\"coordinatore\"
\"biblioso\"

Group Icon

Gruppo: Funzionari
Messaggi: 14076
Utente Nr.: 799254
Iscritto il: 2-September 12



user posted image


user posted image


Autore: George Eliot
Titolo: Il mulino sulla Floss – Edizione illustrata
Lingua: Italiano - Inglese
Titolo originale: The Mill on the Floss
Traduzione di Giacomo Debenedetti
Introduzione di Anna Luisa Zazo

Genere: Romanzo
Edizione: Mondadori - 1989
Dimensione del file: 20 MB
Formato del file: Pdf Txt Epub Mobi Azw3


user posted image


Tom e Maggie sono figli di Tulliver, proprietario di un mulino sulla Floss. I due si adorano ma sono diversissimi per carattere: Tom è prosaico e un po' limitato, Maggie è intelligente passionale e sensibile. La ragazza conosce Philip figlio dell'avvocato Waken, deforme e ma- laticcio: crede di amarlo ma in realtà ciò che sente per lui è solo pietà. Tulliver è in lite con Waken, e Tom proibisce a Maggie di incontrare ancora Philip. Dopo la morte del padre, Maggie va nella vicina St.Oggs, ospite della cugina Lucy Deane che è fidanzata con Stephen Guest. Maggie e Stephen sono attratti l'uno dall'altra. Una innocente gita in barca compromette la ragazza, che però si rifiuta di sposare Stephen. Tom la scaccia di casa, tutta la società provinciale la condanna. Una notte arriva l'inondazione: Maggie è la prima a accorgersi della minaccia, e salva il fratello. Ma la loro barca è travolta, e i due giovani annegano abbracciati.



user posted image


"Le donne intelligenti sono come pecore dalla coda lunga: non vengono pagate ad un prezzo maggiore per questo."
...Così la pensa il signor Tulliver, proprietario del mulino di Dorlcote, sulle rive del fiume Floss, a St. Ogg's, quando si tratta della figlioletta Maggie: una bambina di nove anni, vivace, intelligente e dotata di una sensibilità fuori dal comune; una bimba curiosa, che ama leggere, fantasticare, ed abbandonarsi alla più fervida immaginazione.
Maggie non è una bambina come le altre, e questo non solo per le sue particolari doti intellettuali e per il suo carattere impulsivo (che le procura non pochi guai!), ma anche perché, a differenza della cuginetta Lucy (emblema di perfezione vittoriana), ha la carnagione scura, grandi occhi nerissimi, ed una folta chioma corvina che rifiuta di arricciarsi... Una diversità che la madre, e le sdegnose sorelle di lei, non riescono proprio a perdonarle! A dispetto delle critiche, però, Maggie trova conforto nell'affettuosa protezione del padre (che malgrado le proprie considerazioni è sinceramente orgoglioso di lei) e, specialmente, nello sconfinato amore per Tom, il fratello maggiore: il suo idolo, l'eroe della sua vita e l'unico che, coi suoi rimproveri, riesca a ferirla profondamente. Tom vuole bene alla sorellina, ma ha un carattere duro, severo ed intransigente, e quando lei sbaglia, non si pone alcuno scrupolo nel punirla duramente. Sono questi i primi dolori di Maggie, le prime ferite ch'ella deve affrontare quando, ancora troppo piccola per razionalizzare la sofferenza, non trova altro modo di sfogarsi che chiudersi in soffitta e maltrattare una vecchia bambola di legno.
Le pene di Maggie, le sue inquietudini, la rabbia e i piccoli grandi drammi che caratterizzano buona parte della sua vita di bambina, sono raccontati dalla Eliot con una sensibilità ed una lucidità che fanno di lei, accanto a Charles Dickens, una degli autori che meglio hanno saputo descrivere e comprendere il mondo dell'infanzia, evitando stereotipi e banalità.
Sostenuta da un insaziabile desiderio di sapere e da un'intima coscienza della propria superiorità intellettuale, che la spinge ad imparare e a compiacersi dei propri successi, Maggie attraversa la fanciullezza piena di desideri e speranze, ma proprio quando la vita sembra offrirle ogni possibilità, ecco che il destino crudele, nelle vesti del fallimento paterno, si accanisce sulla famiglia, trascinando i Tulliver nella povertà, nel dolore e nell'umiliazione, spogliandoli non solo dei loro averi e del loro status sociale, ma soprattutto della serenità. Privato dell'amatissimo mulino dallo scaltro avvocato Wakem, contro cui aveva intentato una causa, Tulliver nutrirà per lui un odio malsano, che trasmetterà, con intensità forse addirittura maggiore, al giovane Tom.
Maggie si affaccia quindi alla prima giovinezza, già provata da sofferenze più grandi di lei. L'immaginazione che l'aveva confortata non le basta più e così cerca un appiglio nella fede, ma, inesperta e priva di una guida, crederà che l'unica via per la pace sia quella di votarsi ad una vita di sole rinunce e sacrifici.
Animata da un costante bisogno d'amare e di essere amata (quell' "insaziabile fame del cuore" così ben descritta dall'autrice), ella finirà per legarsi a Philip Wakem, un ragazzo storpio che l'adora e la venera sopra ogni cosa, ma che, sfortunatamente, è proprio il figlio di quello stesso avvocato responsabile delle disgrazie di famiglia. Maggie, lottando contro la sua coscienza, è quindi costretta alla clandestinità, e quando il suo segreto verrà scoperto, ripiomberà nell'ostinata ed innaturale rassegnazione a cui si era precedentemente aggrappata.

 Continua …

Ma, come giustamente dirà il buon Philip: "La gioia e la pace non sono rassegnazione: rassegnazione è l'accettare volontariamente una pena che non si allevia. L'insensibilità non è rassegnazione, ed è insensibilità il rimanere nell'ignoranza, il bloccare tutte le strade per cui la vita dei vostri simili può giungere a vostra conoscenza (...) Non è che codardia cercare la salvezza in una negazione. Nessun carattere diventa forte in questa maniera. Un giorno voi sarete buttata nel mondo, e allora tutte quelle ragionevoli soddisfazioni dell'istinto che ora vi rifiutate, v'assaliranno come un appetito selvaggio".
... e quelle ragionevoli soddisfazioni dell'istinto, ahimè, prenderanno le forme di un uomo: Stephen Guest, giovane ed affascinante rampollo della famiglia più importante di St. Ogg's, nonché pretendente e "quasi-fidanzato" di Lucy, l'amatissima cugina di Maggie.
Le pagine in cui George Eliot racconta il nascente sentimento di Maggie e Stephen, sono tra le più belle della letteratura: gli sguardi rubati, i silenzi, la paura di trovarsi assieme e, contemporaneamente, la brama di essere l'uno accanto all'altra... Un'attrazione irresistibile ed una tensione palpabile, che l'autrice descrive meravigliosamente senza scivolare mai nel sentimentalismo o nella stucchevolezza.
L'amore autentico, il trasporto e la passione, forze violente e ricche di fascino, che Maggie non solo aveva bandito da sè, ma che neppure immaginava, divoreranno l'animo della ragazza; e lei, disperatamente combattuta tra l'amore per Stephen e la fedeltà verso i propri cari, dovrà fare la scelta più difficile: quella tra sè stessa e gli altri.
Il Mulino sulla Floss è un'opera molto complessa in cui si intrecciano romanzo di formazione, storia familiare, amore (inteso in senso lato) e, soprattutto, uno sferzante atto di denuncia contro il perbenismo, la superficialità, e l'ipocrisia di una società che si professa cristiana ma che, all'atto pratico, rinnega quei princìpi che tanto ostenta, ergendosi a giudice implacabile e condannando il prossimo senza pietà né onestà.
Il Mulino sulla Floss è letto da molti come un romanzo femminista, e sicuramente in parte lo è: è femminista in quanto si focalizza sulla condizione della donna; non della tipica donna vittoriana, angelica, sottomessa, fragile e asessuata, impersonata da Lucy Deane, (ideale che non è altro che un prodotto della società maschilista); bensì della donna vera: quella dotata di volontà, conscia del proprio valore, amante dell'indipendenza, capace di provare passioni e desideri. Maggie incarna esattamente questa tipologia femminile. Nella media borghesia di campagna, però, non c'è spazio per una donna come lei, e così tutte le qualità che fanno di Maggie una persona speciale, vengono vissute da lei stessa come colpe, come un qualcosa di troppo grande che genera aspirazioni e che, quindi, la spingerebbe a volere più di quel che ha; qualità a cui, pertanto, è doveroso rinunciare. Maggie si auto condanna ad un arido ascetismo, credendo di trovarvi sollievo, ma come le dirà Philip, il suo è solo un vano tentativo di ridursi all'insensibilità alienandosi tutto ciò che di piacevole vi è in questo mondo.
La prima parte del romanzo risulta un po' lenta (appesantita specialmente dalla pessima traduzione Mondadori di oltre sessant'anni fa), mentre nella seconda metà il ritmo si fa più incalzante e anche la trama diviene più avvincente.
Il Mulino sulla Floss, comunque, deve gran parte della sua bellezza soprattutto ai suoi meravigliosi personaggi, caratterizzati meticolosamente, e splendidamente approfonditi sotto il profilo psicologico.
Al di là della stupenda protagonista, ho apprezzato moltissimo Philip Wakem: esempio di rara sensibilità, amore incondizionato, abnegazione ed autentica signorilità; un personaggio che, pur nella sua bontà, sfugge agli stereotipi, delineandosi non come un emblema di mitezza e perfezione, ma come un ragazzo con le sue proprie debolezze, gelosie, rancori... Difetti che egli riconosce e che, con fatica e dedizione, riesce a combattere e superare. Philip, a dispetto della propria fragilità fisica, possiede una grande forza interiore e, tra tutti, si dimostra colui che vede più chiaramente nel cuore del prossimo. Dopo decine e decine di romanzi vittoriani imperniati sulla sentimentale e, a tratti, sdolcinata, devozione dei figli verso i genitori, mi è piaciuto moltissimo l'atteggiamento di Philip che, nonostante la riconoscenza nei confronti del padre, non si sente affatto in debito verso di lui e non è disposto a rinunciare al proprio diritto di essere felice per compiacere gli egoistici desideri paterni.
Bello anche il personaggio di Stephen: non il classico dongiovanni pronto a correre dietro alla prima bella ragazza, bensì un giovane forse un po'frivolo e impulsivo, ma con un grande cuore e, soprattutto, una coscienza. In Stephen la passione assume, di tanto in tanto, il volto dell'egoismo, ma anche i vari errori che egli compie, sono in realtà dettati dall'amore più sincero.
Ne Il Mulino sulla Floss non vi sono "cattivi" veri e propri, anzi, paradossalmente, il vero male e la vera cattiveria, provengono proprio da coloro che mostrano la più perfetta integrità e il più completo senso del decoro e dell'onore, come Tom: un ragazzo fondamentalmente buono, ma accecato dai suoi rigorosi princìpi che, in lui, si rivelano perfino più forti dell'amore.
Divertentissimi i personaggi degli zii, le cui conversazioni, sebbene si protraggano spesso per parecchie pagine, non appesantiscono il romanzo, anzi lo impreziosiscono aggiungendo un piacevole tocco di umorismo.
Un ultimo aspetto che non si può tralasciare quando si parla de Il Mulino sulla Floss, è l'elemento autobiografico: Mary Anne Evans, infatti, sperimentò sulla propria pelle ciò che vuol dire essere una bambina diversa, e vide deteriorarsi il proprio legame col fratello, proprio perché, a dispetto della società, scelse di vivere la propria storia d'amore con G.H. Lewes, celebre scrittore e critico inglese, che non potè mai sposarla in quanto già legato ad una donna che aveva avuto figli da diverse relazioni extra-coniugali (figli che lui non aveva disconosciuto, perdendo quindi la facoltà di divorziare da lei).
A Mary Anne, tuttavia, andò meglio che alla sua Maggie: la sua posizione illegittima, infatti, non le impedì (caso quasi eccezionale) di essere ricevuta ufficialmente dalla Regina Vittoria che, insieme alle sue figlie, era un'appassionata lettrice dei romanzi di George Eliot. Anche la società finì con l'accettarla, condannandone invece la scelta, ch'ella fece anni dopo la morte di Lewes, di sposarsi regolarmente con un uomo di vent'anni più giovane.
Proprio la società e la sua ipocrisia sono il bersaglio contro cui si scaglia la Eliot ne Il Mulino sulla Floss: per la società Maggie merita una condanna, non per aver tradito i propri cari, ma per non aver regolarizzato la propria posizione agli occhi della Società. Maggie rifiuta il compromesso che salverebbe la sua reputazione, e lo fa perché quel compromesso sarebbe contrario ai suoi princìpi; rifiuta di allontanarsi da St. Ogg's perché sa di non aver commesso il male, e pretende di camminare a testa alta perché riconosce come false le accuse che le vengono mosse. Maggie rinuncia a sè stessa in nome della propria coscienza: per anni ha sofferto senza che altri si dessero pena per lei, ma non infliggerà al prossimo quella stessa sofferenza che ha sperimentato sulla propria pelle. Per Maggie non vi può essere alcuna felicità che sia costruita sulle sofferenze altrui: ogni gioia sarebbe avvelenata perché resa possibile da un male perpetrato ad altri.
L'elevato senso morale di Maggie, la sua generosità e la sua onestà, vengono fraintesi, rifiutati e messi in dubbio da coloro che, come dice la scrittrice, non sarebbero neppure in grado di porsi simili dubbi morali, e che, pertanto, non giudicano che in base a stereotipi.
Per Maggie non c'è un lieto fine: non potrebbe essercene, perché il momento in cui ella prende la decisione definitiva, corrisponde non alla rinuncia all'amore, bensì alla rinuncia alla vita in tutti i suoi aspetti; e questa rinuncia le è imposta dalla società, quella stessa società che condanna senza appello la condotta della donna e che, nello stesso tempo, giustifica tranquillamente i peccatucci maschili; e le è imposta dal moralismo delle persone che riconoscono in lei una colpa che ella non ha commesso, ma di cui, agli occhi della gente (e del suo stesso fratello) deve essersi necessariamente macchiata.
Il Mulino sulla Floss è un romanzo corposo, ricco di digressioni e lunghe riflessioni dell'autrice, eppure si legge davvero piacevolmente, senza esserne mai annoiati.
Sono passati centocinquant'anni dalla pubblicazione di questo romanzo, eppure, le osservazioni della Eliot, le tematiche che tratta e le problematiche su cui pone l'accento, sono ancora tristemente attuali, a dimostrazione del fatto che, nonostante i passi avanti fatti dalla nostra società, abbiamo ancora tanto su cui lavorare...
"I giudizi morali sono destinati a restar falsi e vuoti, ove non siano controllati e illuminati da un continuo riferimento alle speciali circostanze che caratterizzano il destino individuale" dice George Eliot, e sarebbe bene se tutti, ogni giorno, provassimo a ricordarcene.(Alice)



user posted image


L'opera più famosa di Eliot, Middlemarch (Middlemarch: studi di provincia), è un punto di svolta nella storia del romanzo. Usando abilmente contrappunto e trama, Eliot presenta le vicende di un gruppo di abitanti di un piccolo villaggio inglese alla vigilia della riforma elettorale (Reform Bill) del 1832. I personaggi principali, Dorothea Brooke e Tertius Lydgate, desiderano ardentemente una vita eccezionale ma sono fortemente limitati sia dalle loro stesse aspettative irreali, sia dalla società conservativa. Il romanzo è degno di nota per la sua profonda introspezione psicologica e per i sofisticati ritratti dei personaggi.
Nel corso della sua carriera, Eliot scrisse astutamente di politica. Da Adam Bede a The Mill on the Floss (Il mulino sulla Floss) e in Silas Marner (uno dei più letti), Eliot presenta dei casi di emarginazione sociale e di persecuzioni nelle piccole città. Nessun autore, dopo Jane Austen, è stato così consapevole e acuto, a livello sociale, nel descrivere l'ipocrisia dei signorotti di campagna. Felix Holt, the Radical e The Legend of Jubal sono dei romanzi chiaramente politici, e anche in Middlemarch le crisi politiche sono il punto nevralgico dell'opera. I lettori dell'epoca vittoriana apprezzavano i suoi libri soprattutto per le descrizioni di questa società rurale, che Eliot scriveva ricorrendo ai propri ricordi d'infanzia. Inoltre, come Wordsworth, Eliot riteneva che i dettagli mondani della vita di campagna fossero estremamente interessanti. I suoi interessi, tuttavia, non restarono confinati alle sue radici bucoliche. Romola, una novella storica ambientata nella Firenze del tardo XV secolo e che include fra i personaggi Girolamo Savonarola, testimonia un allargamento di prospettiva, e The Spanish Gypsy fu un coraggioso tentativo di scrivere in versi, anche se la popolarità di questo lavoro non è stata duratura.
Gli elementi religiosi presenti nei romanzi di Eliot sono dovuti alla sua educazione; per esempio le esperienze di Maggie Tulliver, protagonista di "The Mill on the Floss", sono simili a quelle della stessa Mary Anne Evans. Nel convincimento di Silas Marner che la sua alienazione dalla chiesa coincida anche con l'alienazione dalla società, si rispecchia il rifiuto dell'autrice di frequentare la parrocchia. L'opera maggiormente autobiografica è Looking Backwards, un capitolo di Impressions of Theophrastus Such, il suo ultimo lavoro edito. Nel periodo di Daniel Deronda, le vendite dei libri di Eliot erano in crisi e l'opinione pubblica la considerava in modo diverso. A ciò si aggiunse la biografia scritta dal marito dopo la morte di Eliot, uno scritto che ritraeva una donna magnifica e devota, un'immagine totalmente in disaccordo con la vita scandalosa che effettivamente aveva condotto. Nel XX secolo venne difesa da un nuovo gruppo di critici, tra i più eminenti Virginia Woolf che definì Middlemarch "uno dei pochi romanzi inglesi scritti per adulti". I numerosi adattamenti cinematografici e televisivi dei libri di Eliot hanno portato nuovamente questa autrice alla ribalta, facendola conoscere a moltissimi lettori.
Come autrice Eliot ebbe successo non solo nelle vendite; era e rimane una delle scrittrici più apprezzate per lo stile e la chiarezza del suo pensiero. Le strutture sintattiche di Eliot sono chiare, libere e ben equilibrate; mescola con un'insolita padronanza affermazioni semplici a un'ironia inquietante. I suoi commenti evidenziano sempre solidarietà verso i personaggi e nelle sue storie non si abbassa mai a fare affermazioni maliziose e frivole che riguardano le emozioni. I paesani, le eroine e i passanti sono tutti consapevoli e pieni di motivazioni.(Wikipedia)


user posted image


George Eliot è lo pseudonimo di Mary Anne Evans, nata il 22 novembre del 1819 in una fattoria nel Warwickshire, in Inghilterra. E' la figlia più giovane di Robert Evans e della sua seconda moglie Christiana Pearson Evans. Mary ha due fratellastri, Robert e Fanny, e due fratelli, Crissey e Isaac. Il padre è un uomo molto amorevole e si occupa di dirigere una tenuta di una famiglia del luogo, garantendo così alla propria famiglia un buon livello di vita. Mary frequenta con la famiglia la Chilvers Coton Church e diventa presto un'assidua presenza della biblioteca della chiesa. E' questo il periodo in cui nasce la sua passione per la letteratura, diventando una divoratrice di libri.
Il suo legame familiare più forte è con il giovane fratello Isaac; per la introversa e timida Mary sarà molto difficile vederlo allontanarsi da casa per frequentare la scuola. La sua educazione scolastica inizia nel 1824 e la governante della sua scuola, Miss Maria Lewis, la prende presto sotto la sua ala protettrice. La donna diventa la sua mentore e anche dopo che Mary lascia la scuola le due intrattengono una lunga corrispondenza.
La stessa scuola Mrs. Wallington's School di Nueneaton avrà un ruolo importante nel romanzo "Scene di vita clericale" (1858). A scuola impara a suonare il paiono, studia le lingue straniere e comincia a scrivere racconti e poesie. Si rivela una studentessa attenta e seria al punto che, sotto l'influenza dei suoi studi, comincia a mettere in discussione la propria fede religiosa.
Dopo la morte per cancro della madre, avvenuta nel 1836, Mary ritorna a casa. Decide di prendersi cura del padre e della casa, ma continua a studiare con un insegnante privato. Nel 1840 compare il suo primo racconto pubblicato dal "Cristhian Observer".
Il grande cambiamento nella sua vita avviene quando segue il padre, ormai in pensione, a Coventry. Fino a questo momento Mary si è tormentata per il suo aspetto, convincendosi intimamente di essere votata ad una vita di solitudine e sprofondandosi in interrogativi religiosi. Le sue riflessioni la inducono ad interrompere la frequentazione della chiesa, alienandole l'amore del padre e del fratello. Allo stesso tempo però la sua vita sociale si arricchisce di nuove conoscenze e le si aprono le porte degli ambienti intellettuali di Coventry. Viene così a contatto con liberi pensatori come Cara e Charles Bray, e comincia a leggere autori non religiosi, tra cui Thomas Carlyle, Ralph Waldo Emerson e Walter Scott. Pubblica intanto la sua prima traduzione: "Vita di Gesù" (1846), alla quale segue "Saggio sulla cristianità" di Feuerbach (1854).
Dopo la morte del padre a seguito di una lunga malattia, Mary viaggia con i coniugi Bray in Italia e Svizzera. Il padre le ha lasciato una piccola rendita e lei decide di trasferirsi a Londra, dove comincia a lavorare come giornalista con lo pseudonimo di Marian Evans. Lavora per l'editore Chapman e la sua rivista "Westminster Review", per la quale si rivela una preziosa collaboratrice, acquisendo responsabilità editoriali sempre maggiori.


user posted image


Mary apprezza in modo particolare la sua vita di donna single e padrona del proprio destino. Tiene delle letture a teatro e diventa amica di importanti personaggi del panorama culturale inglese e non solo, come Charles Dickens e Wilkie Collins. Ma la sua vita si complica, quando finisce per cadere vittima del fascino di Chapman che è già sposato ed ha per altro anche un'altra amante.
La svolta sentimentale arriva alla fine del 1852, quando conosce George Henry Lewis, il quale vive una sorta di matrimonio aperto. L'uomo però lascia la moglie e si trasferisce a vivere con Mary, che decide lucidamente di non avere figli: non vuole che nascano da due genitori non legalmente sposati.
Nonostante le derisioni di amici e parenti, i due vivono insieme considerandosi marito e moglie fino al 1878, anno della morte di Lewis. L'uomo è uno dei più grandi sostenitori della carriera letteraria di Mary e la incoraggia continuamente a scrivere. Mary sceglie allora di scrivere con lo pseudonimo di George Eliot, sia per la notorietà raggiunta dalla sua relazione adulterina sia per le pubblicazioni già apparse su Rewiev. La principale ragione che la induce ad usare uno pseudonimo è il desiderio che la sua reputazione non preceda il testo, alterandone eventuali giudizi di merito.
I primi successi letterari sono le raccolte di racconti "Blackwood's Magazine" e "Scene di vita clericale". Il suo primo romanzo "Adam Bede" viene pubblicato nel 1859 e ottiene un immediato successo di pubblico. Seguono: "Il mulino sulla Floss" (1860); "Silas Mamer" (1861); "Romola" (1863), "Felix Holt, il radicale" (!865); "Middlemarch" (1865), "La legenda di Jubal" (1874) e "Daniel Deronda" (1876).
Dopo la morte del marito, si ritira a vita privata, consentendo solo al banchiere John Walter Cross di farle visita. L'uomo la chiede in moglie nonostante abbia ben vent'anni in meno di lei. La scrittrice è inizialmente riluttante, ma poi nel maggio del 1880 decide di sposarlo. Il matrimonio le consente anche di riconciliarsi con il fratello Isaac dopo molti anni di reciproco silenzio. Il nuovo legame sentimentale inizia però sotto i peggiori auspici: il novello sposo ha un incidente che non si sa bene se volontario o meno. Questi cade dal balcone dell'hotel in cui alloggiano a Venezia per la luna di miele. L'uomo si salva e la coppia torna a Londra, ma il matrimonio ha durata breve perché Mary Anne Evans, in arte George Eliot, muore il 22 dicembre del 1880.


user posted image


Romanzi
Adam Bede, 1859
The Mill on the Floss, 1860, pubblicato in Italia con il titolo Il mulino sulla Floss
Silas Marner, 1861, pubblicato in Italia anche con i titoli Il tessitore di Raveloe e La bella storia di Silas Marner
Romola, 1863
Felix Holt, the Radical, 1865, (trad it. Felix Holt, il Radicale)
Middlemarch, 1871-72, (trad it. Middlemarch: studi di provincia)
The Legend of Jubal, 1874
Daniel Deronda, 1876

Altre opere
Scenes Of Clerical Life, 1858, (trad. it Scene di vita clericale)
Amos Barton
Mr Gilfil's Love Story
Janet's Repentance
The Lifted Veil, 1859, pubblicato in Italia con i titoli Il velo dissolto, Il velo sollevato, Il velo strappato (racconto gotico-onirico, eccezione importantissima nella narrativa della scrittrice)
Brother Jacob, 1864, pubblicato in Italia con il titolo Jacob e suo fratello
The Spanish Gypsy (1865)
Agatha, 1869
Brother and Sister, 1869
Armgart, 1871
Arion, 1874
A Minor Prophet, 1874
Stradivarius, 1874
A College Breakfast Party, 1879
The Death of Moses, 1879
Impressions of Theophrastus Such, 1879


user posted image


Nella release ho inserito anche il romanzo in inglese, negli stessi formati della versione in italiano. Il formato pdf è di un'edizione diversa, perchè molto migliore rispetto al file convertito con Calibre



Qui trovate l'audiobook


user posted image


Orario di seed 8/20
Banda disponibile:27Kb/s



user posted image

user posted image

EdiTNTrice Village e l'Editore sei tu!

user posted image

a chi ha rilasciato in rete i file in italiano e in inglese, permettendo la condivisione nel Villaggio


Scrigno Magico user posted image

.: Babysitting & Reseed :.

user posted imageuser posted imageuser posted imageuser posted image


Messaggio modificato da LaCariatide il Apr 9 2014, 06:01 PM

> File Allegato
File Allegato   George Eliot - Il mulino sulla Floss.torrent
Dimensione: 21 mb
Seeder:1
Leechers: 0
Completati: 1008
Data ultimo seed: 2017-01-20 02:08:27
Info_hash: BC0C60E948715E3818638A64EC567983D8A0BD89
Visualizza la lista dei peers
Visualizza i dettagli del torrent

"Invitare qualcuno a pranzo vuol dire incaricarsi della felicità di questa persona durante le ore che egli passa sotto il vostro tetto." Anthelme Brillat-Savarin, Fisiologia del gusto

"Se cerchi il male nell'uomo,senza dubbio lo troverai".A.Lincoln

"Temo il giorno in cui la tecnologia andrà oltre la nostra umanità:il mondo sarà popolato allora da una generazione di idioti". Einstein


Vademecum per il releaser di ebook


EdiTNTrice Village e l'Editore sei tu!


The Baker Street Irregulars Society
Messaggio Privato
Top
conte giallo
Inviato il: Apr 9 2014, 06:09 PM
Cita questo messaggio



Group Icon

Gruppo: Domiciliati
Messaggi: 3582
Utente Nr.: 147521
Iscritto il: 8-October 07



grazie.gif shiny.gif
Messaggio PrivatoIndirizzo Email
Top
rubioven
Inviato il: Apr 9 2014, 06:18 PM
Cita questo messaggio



Group Icon

Gruppo: Domiciliati
Messaggi: 5433
Utente Nr.: 231347
Iscritto il: 28-July 08



Grazie!!!
Messaggio PrivatoIndirizzo Email
Top
Pisellino72
Inviato il: Apr 9 2014, 06:31 PM
Cita questo messaggio



Group Icon

Gruppo: Domiciliati
Messaggi: 12966
Utente Nr.: 486216
Iscritto il: 24-August 10



grazie
Messaggio PrivatoIndirizzo EmailSito Web dellMSN
Top
brocs
Inviato il: Apr 9 2014, 07:56 PM
Cita questo messaggio


\"1000rel\"
\"curcoord\"
\"tntripper\"
\"biblioso\"

Group Icon

Gruppo: Dirigenti
Messaggi: 10110
Utente Nr.: 363298
Iscritto il: 7-November 09



user posted image LaCariatide per la release clap.gif

user posted image al lavoro di chi scansiona ed edita il materiale,rendendo possibile la condivisione!! birra.gif

IN CARROZZA,fermata Release Biblio
user posted image

EdiTNTrice Village

Come scrivere un libro,pubblicare e distribuire GRATIS a migliaia di lettori


Sei nuovo del Forum? Visita lo Scrigno Magico
Messaggio PrivatoIndirizzo Email
Top
araelnono
Inviato il: Apr 10 2014, 06:51 AM
Cita questo messaggio



Group Icon

Gruppo: Residenti
Messaggi: 8622
Utente Nr.: 6000
Iscritto il: 26-June 05



grazie!!!
Messaggio Privato
Top
Giuash
Inviato il: Apr 10 2014, 07:28 AM
Cita questo messaggio



Group Icon

Gruppo: Domiciliati
Messaggi: 204
Utente Nr.: 1134319
Iscritto il: 8-March 14



Grazie !!!
Messaggio PrivatoIndirizzo Email
Top
tescan
Inviato il: Apr 10 2014, 07:40 AM
Cita questo messaggio



Group Icon

Gruppo: Domiciliati
Messaggi: 1613
Utente Nr.: 1093957
Iscritto il: 7-January 14



grazie
Messaggio PrivatoIndirizzo Email
Top
marcosementini
Inviato il: Apr 10 2014, 10:31 AM
Cita questo messaggio



Group Icon

Gruppo: Domiciliati
Messaggi: 420
Utente Nr.: 680543
Iscritto il: 31-January 12



eek.gif grazie.gif clap.gif
Messaggio PrivatoIndirizzo Email
Top
matteorenoir
Inviato il: Apr 10 2014, 05:58 PM
Cita questo messaggio



Group Icon

Gruppo: Domiciliati
Messaggi: 137
Utente Nr.: 478448
Iscritto il: 31-July 10



Grazie!!! Un libro che cercavo da molto. Che scrittrice...
Messaggio PrivatoIndirizzo Email
Top
Tralfamador
Inviato il: Apr 10 2014, 08:49 PM
Cita questo messaggio



Group Icon

Gruppo: Domiciliati
Messaggi: 1381
Utente Nr.: 453160
Iscritto il: 13-May 10



grazie.gif
Messaggio PrivatoIndirizzo Email
Top
trainor
Inviato il: Apr 10 2014, 09:24 PM
Cita questo messaggio



Group Icon

Gruppo: Domiciliati
Messaggi: 1394
Utente Nr.: 272935
Iscritto il: 27-March 09



ringraziare.gif
Messaggio PrivatoIndirizzo Email
Top
universale65
Inviato il: Apr 11 2014, 07:34 AM
Cita questo messaggio



Group Icon

Gruppo: Domiciliati
Messaggi: 595
Utente Nr.: 1036914
Iscritto il: 17-October 13



grazie.gif
Messaggio PrivatoIndirizzo Email
Top
Vaclav1
Inviato il: Apr 13 2014, 04:35 AM
Cita questo messaggio



Group Icon

Gruppo: Domiciliati
Messaggi: 5206
Utente Nr.: 901794
Iscritto il: 9-February 13



grazie
Messaggio PrivatoIndirizzo Email
Top
lucipher
Inviato il: Apr 13 2014, 09:47 AM
Cita questo messaggio



Group Icon

Gruppo: Domiciliati
Messaggi: 78
Utente Nr.: 384351
Iscritto il: 14-December 09



grazie.gif clap.gif
Messaggio PrivatoIndirizzo Email
Top
alicesu
Inviato il: Apr 14 2014, 07:19 PM
Cita questo messaggio



Group Icon

Gruppo: Domiciliati
Messaggi: 1860
Utente Nr.: 534030
Iscritto il: 25-December 10



Grazie!
Messaggio PrivatoIndirizzo Email
Top
Count77
Inviato il: Apr 19 2014, 06:56 PM
Cita questo messaggio



Group Icon

Gruppo: Domiciliati
Messaggi: 7706
Utente Nr.: 474243
Iscritto il: 17-July 10



grazie.gif
Messaggio PrivatoIndirizzo Email
Top
AbateGaliani
Inviato il: Apr 21 2014, 12:32 PM
Cita questo messaggio



Group Icon

Gruppo: Domiciliati
Messaggi: 748
Utente Nr.: 829619
Iscritto il: 21-October 12



grazie.gif !
Messaggio PrivatoIndirizzo Email
Top
goldenbear
Inviato il: Apr 27 2014, 09:26 AM
Cita questo messaggio



Group Icon

Gruppo: Domiciliati
Messaggi: 1200
Utente Nr.: 1141504
Iscritto il: 21-March 14



grazie.gif
Messaggio PrivatoIndirizzo Email
Top
isthisit
Inviato il: May 9 2014, 03:17 PM
Cita questo messaggio



Group Icon

Gruppo: Domiciliati
Messaggi: 92
Utente Nr.: 1023786
Iscritto il: 27-September 13



Grazie mille! clap.gif
Messaggio PrivatoIndirizzo Email
Top
centux67
Inviato il: Jun 27 2014, 01:37 PM
Cita questo messaggio



Group Icon

Gruppo: Domiciliati
Messaggi: 311
Utente Nr.: 1042800
Iscritto il: 26-October 13



grazie.gif
Messaggio PrivatoIndirizzo Email
Top
Tralfamador
Inviato il: Jun 28 2015, 05:02 PM
Cita questo messaggio



Group Icon

Gruppo: Domiciliati
Messaggi: 1381
Utente Nr.: 453160
Iscritto il: 13-May 10



grazie.gif
Messaggio PrivatoIndirizzo Email
Top
mouchette
Inviato il: Jul 7 2015, 06:06 PM
Cita questo messaggio



Group Icon

Gruppo: Domiciliati
Messaggi: 24
Utente Nr.: 590861
Iscritto il: 21-May 11



Grazie!
Messaggio PrivatoIndirizzo Email
Top
biscottino66
Inviato il: Jan 6 2016, 10:20 AM
Cita questo messaggio



Group Icon

Gruppo: Domiciliati
Messaggi: 1406
Utente Nr.: 1134839
Iscritto il: 9-March 14



grazie.gif
Messaggio PrivatoIndirizzo Email
Top
imagination
Inviato il: Jan 12 2017, 09:44 AM
Cita questo messaggio



Group Icon

Gruppo: Domiciliati
Messaggi: 1531
Utente Nr.: 941581
Iscritto il: 14-April 13



grazie.gif
Messaggio PrivatoIndirizzo Email
Top
Utenti totali che stanno leggendo la discussione: 1 (1 Visitatori e 0 Utenti Anonimi)
Gli utenti registrati sono 0 :
 

Opzioni Discussione Rispondi a questa discussioneInizia nuova discussioneAvvia sondaggio

 

Scambio etico - ethic share
 Debian powered site  Nginx powered site  Php 5 powered site  MariaDB powered site  xml rss2.0 compliant  no software patents  no software patents
.